Qualità e sicurezza

Con riferimento allo standard qualitativo dei servizi ci impegnamo a:
- definire standard qualitativi, impegni e programmi coerenti con le finalità della struttura
- comunicare in modo efficace e chiaro questi standard verso l'esterno
- standardizzare e formalizzare i processi e controllare l'erogazione del servizio per la verifica del conseguimento degli standard qualitativi dichiarati
- misurare la soddisfazione/qualità percepita dal cittadino.

Garantire la sicurezza del personale e dell'ambiente, ottimizzare i costi e ridurre la non conformità, attuare un continuo miglioramento del rapporto azienda-personale basato sulla trasparenza, sulla comunicazione, sul coinvolgimento, motivazione delle risorse e sulla responsabilizzazione dei comportamenti.
A tal fine il centro "Giovanni Paolo II" punta sulla formazione continua e sulla qualificazione del personale come momento di crescita della professionalità e dei comportamenti interni e verso il cliente seguire i cambiamenti legislativi e porre l'attenzione ai requisiti sociali.


ImageSalute e sicurezza del personale sanitario
Gli operatori del settore sanitario si confrontano con un'ampia gamma di attività e ambienti che costituiscono una minaccia per la loro salute e presentano rischi in termini di malattie o infortuni sul lavoro. Sono state fornite informazioni dettagliate su tali rischi e sui metodi efficaci per valutarli, eliminarli o ridurli al minimo.La gamma di rischi a cui sono esposti questi lavoratori include:
rischi biologici, quali infezioni causate da punture di aghi;
rischi chimici, come quelli derivanti dai medicinali utilizzati per il trattamento dei tumori e dai disinfettanti;
rischi fisici, quali la radiazione ionizzante;
rischi ergonomici, ad esempio nell'ambito della gestione dei pazienti.




ImageSicurezza
Il centro "Giovanni Paolo II" ha predisposto un ORGANIGRAMMA DELLA SICUREZZA i cui nominativi sono esposti sulla bacheca affissa in ogni Reparto;

ha investito notevoli risorse per adeguare alle normative vigenti l'intera struttura dal punto di vista della sicurezza antincendio realizzando un assetto logistico che assicuri l'isolamento per settori organizzando un percorso di uscita di emergenza con indicatori luminosi ben visibili da tutti i frquentatori della struttura.

 





ImageNorme generali per effettuare una evacuazione in situazione di emergenza


Principali indicazioni di comportamento
Uscire dall'ambiente nel quale si è verificata la situazione di pericolo avendo cura di chiudere le finestre e le porte.
Non gridare per non diffondere il panico.
Non correre.
Percorrere ordinatamente le vie di fuga, seguendo le segnaletiche di sicurezza.
Seguire le indicazioni del personale incaricato di effettuare le operazioni di evacuazione e di primo soccorso.
In presenza di fumo, camminare abbassati, proteggendo il naso e la bocca con un fazzoletto possibilmente umido.
Raggiungere le scale di sicurezza e scendere ai piani più bassi da cui è possibile uscire in luogo aperto.
Non usare mai gli ascensori.