+39 080 4915111 | info@centrogiovannipaolosecondo.org
EnglishItalian

Riabilitazione funzionale e motoria

Nel Presidio di Riabilitazione Funzionale (in regime Residenziale, Semiresidenziale e Domiciliare) possono essere trattate le seguenti patologie e conseguenti disabilità:

Malattie del sistema nervoso centrale:• Disturbi di circolo cerebrale• Traumi cranio encefalici• Tumori cerebrali e sindromi paraneoplastiche• Encefaliti• Ascesso cerebrale• Meningiti• Malattie demielinizzanti• Malattie degenerative del sistema nervoso centrale• Malattie del midollo spinale• Malattie del sistema nervoso periferico

• Malattie muscolari (Postumi di patologie ortopediche e traumatologiche di interesse riabilitativo)

Postumi di interventi chirurgici per protesizzazione articolare:• Spalla• Anca• Ginocchia• Gomito• Articolazione Tibio TarsicaArtriti ed artrosi pluridistrettuali (quando inficiano funzioni complesse, cioè non segmentarie, come cammino, stabilità posturale in fase statica e dinamica, ADL etc….).

 

INFORMAZIONI UTILI PER IL PAZIENTE IN RESIDENZIALI

  • Dotazioni accesso per il ricovero:

Al momento del ricovero, sulla base delle indicazioni ricevute dagli operatori in fase di prenotazione, oltre al foglio di dimissioni ricevuto dalla precedente struttura ospedaliera che ha preso in carico il paziente,  occorre portare con sé tessera sanitaria rilasciata dalla ASL, codice fiscale, documento d’identità, elenco dei farmaci in terapia, eventuale verbale ASL di riconoscimento dell’invalidità.

Si sconsiglia di mantenere con sé, durante il periodo di degenza, elevate somme di denaro e/o oggetti preziosi.

  • Orario Visite

L’orario delle visite è dalle ore 13.00 alle ore 14.00 e dalle ore 18.30 alle ore 19.30 in tutti i giorni feriali; nei giorni festivi dalla ore 12.00 alle ore 19.30.Per evitare disturbo e favorire il riposo, va moderato il volume degli apparecchi radio e televisivi nei seguenti orari: dalle ore 14:00 alle ore 16:00 e dalle ore 22:00 alle ore 7:00.Eventuali variazioni di orario sono tempestivamente comunicate a mezzo di apposita cartellonistica.Si invita ad astenersi da comportamenti o da condotte che possano creare situazioni di disagio o di disturbo a degenti e/o operatori nello svolgimento delle loro funzioni.Per motivi igienici è sconsigliato sedersi, appoggiare borse o indumenti sui letti o sui tavoli, utilizzare i servizi igienici interni alle stanze e introdurre piante, fiori e animali nelle stanze di degenza.In situazioni di particolare necessità le visite ai pazienti, al di fuori dell’orario prestabilito, devono essere richieste al Direttore Medico che potrà a sua discrezione concedere una deroga speciale alle regole generali, previa osservanza delle norme sopra illustrate.

  • Modalità d’accesso:

L’URP, Ufficio Relazioni con il pubblico, coordinato dall’Assistente Sociale, può ricevere la richiesta di ricovero del paziente, da altra struttura ospedaliera o extra–ospedaliera, servizi territoriali di riabilitazione, MMG (Medico di Base), persona interessata; trasmette all’interessato il Contratto-Regolamento Interno che disciplina le modalità di accesso alla struttura.Il modulo “Richiesta di ricovero”, unitamente al “Conferimento del consenso” (autorizzazione al trattamento dei dati) viene sottoscritto dal paziente (o suo tutore) e consegnato all’operatore dell’ufficio URP; questi, ricevuta la documentazione clinica del paziente, la trasmette al Direttore Medico, che esegue una valutazione di appropriatezza del ricovero, e comunica l’esito all’URP.Se la richiesta e la documentazione prodotta dall’interessato rispetta i criteri di accesso richiesti dalla struttura e l’interessato accetta le condizioni espresse nel Regolamento, l’URP comunica al richiedente che il paziente è inserito nella Lista d’attesa e lo informa sui tempi di attesa prima del ricovero.Quarantotto ore prima del ricovero l’URP conferma al richiedente la data di ricovero del paziente e richiede l’impegnativa ASL del medico di base (ex art. 26, L. 833/78).Qualora la documentazione prodotta dall’interessato non rispetta i criteri di accesso della struttura il Direttore Medico comunica all’URP di richiedere ulteriori informazioni, dati clinici o esiti di esami strumentali diagnostici già eseguiti o da eseguire, eventuali cartelle cliniche di altre strutture in cui il paziente è stato ricoverato.Se la documentazione integrativa rispetta i criteri di accesso alla struttura si segue l’iter precedentemente descritto o in caso contrario, il Direttore Medico comunica il parere negativo al ricovero.Per le prenotazioni il personale dell’URP è presente dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00, dal lunedì al venerdì, il sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00.Ogni tipo di intervento riabilitativo realizzato nel corso di ciascun accesso è annotato dall’operatore responsabile in un apposito diario avendo cura di specificare le caratteristiche di tale intervento, ivi compreso la data, la durata, la tipologia, le modalità di risposta e il grado di partecipazione del paziente, eventuali effetti indesiderati di cui deve essere informato immediatamente il medico responsabile.L’assistenza sanitaria fornita ai pazienti prevede un ruolo attivo anche da parte del personale infermieristico e socio sanitario che svolgono una serie di attività integrative fondamentali per completare l’iter assistenziale avviato nei confronti del paziente dal momento della sua presa in carico.Il medico responsabile del progetto ha il dovere di monitorare con regolare frequenza il quadro clinico generale del paziente e la sua evoluzione in relazione anche e soprattutto alle terapie somministrategli.

  • Servizio alberghiero

La tariffa prevista per le prestazioni di ricovero in regime residenziale è a carico del SSN. Tuttavia, in base alla tipologia di ricovero richiesta, sono previsti supplementi per camera singola, doppia o tripla con accessori ulteriori rispetto a quelli di base previsti dalla normativa regionale per le strutture riabilitative.

ImageOgni stanza di degenza è fornita di aria condizionata, frigo bar, TV LCD a cristalli liquidi, bagno completo con doccia, oltre tutti gli arredi necessari per rendere più confortevole il soggiorno. Ogni paziente ha a sua disposizione un letto a 4 snodi e 3 sezioni, un comodino, un carrello servitore, un armadietto, una sedia e in comune la TV LCD e il tavolo. All’atto della prenotazione ed inserimento nella lista di attesa dovrà essere accettato e controfirmato dall’interessato e/o dal garante indicato dall’interessato il Regolamento che, tra l’altro, indica analiticamente le condizioni economiche pattuite per il soggiorno in struttura. Il garante è da ritenersi, nei rapporti con il centro, il referente per ogni problematica sia personale che di carattere economico; pertanto, il garante dell’ospite è corresponsabile unitamente e solidalmente all’ospite, nei confronti della struttura per il pagamento degli importi dovuti per la differenza alberghiera, indipendentemente dalla presenza di altri familiari coobbligati, ai sensi dell’art. 433 c.c..

Per il servizio alberghiero la differenza è di€ 35,00 +iva giornaliere per la stanza singola;€ 25,00 +iva giornaliere per la stanza doppia;€ 15,00 +iva giornaliere per la stanza tripla.

In fase di accettazione del ricovero del paziente dovrà essere versata all’amministrazione un importo, a titolo di acconto, pari ad € 300,00 oltre IVA, a mezzo bonifico bancario o assegno circolare o carta di credito o bancomat o contanti, indicando anche il nominativo di chi, eventualmente, dovrà assumere la qualifica o lo status di garante del paziente (inteso come sopra). Dovranno essere altresì corrisposte dal paziente e/o dal garante l’importo di € 80.00 a titolo di cauzione per la consegna e l’utilizzo del telecomando TV e dell’apparecchio telefonico.

Durante il soggiorno, la cui durata è definita dal progetto riabilitativo, sarà fatturata all’interessato, con cadenza bisettimanale, l’importo dovuto a titolo di differenza per il servizio alberghiero e per il costo di tutti i consumi extra aventi ad oggetto beni quali ad es.: bevande, alimenti, servizi telefonici, servizio internet, ecc.).

A richiesta, l’utente potrà utilizzare direttamente i telefoni delle stanze di degenza preventivamente attivati all’uso, facendosi carico del costo del servizio (€ 0,15 scatto alla risposta, € 0,10 scatto al minuto). Per garantire la tranquillità nell’Unità di degenza, le chiamate in arrivo possono essere ricevute entro le ore 22.00. E’ possibile, inoltre, ricevere una stampa delle chiamate effettuate.Qualsiasi servizio in camera, aggiuntivo rispetto a quanto previsto dal convenzionamento ASL, avrà un importo di € 2,00 a commissione.Le camere di degenza e gli ambienti comuni sono soggetti tutte le mattine a pulizia dalle ore 7.00 alle ore 10.00 ed a una ripulitura dopo il pranzo.Le stanze di degenza vengono sottoposte a sanificazione e disinfezione ogni cambio paziente e ogni qual volta se ne ravvisi la necessità.

Tutta la biancheria utilizzata è in puro cotone e viene sottoposta a lavaggi ad alte temperature ed è confezionata in buste sigillate dopo la stiratura. I materassi, i guanciali e i copriletto sono in materiale ignifugo, le coperte sono di lana ignifuga.

Il servizio lavanderia è affidato ad una organizzazione esterna specializzata nel settore.

L’acquisto di quotidiani e riviste presso il reparto di degenza è garantito da edicolanti del posto convenzionati con la struttura, la distribuzione è garantita anche la domenica.

Per ragioni organizzative, l’orario dei pasti può essere diverso rispetto alle normali consuetudini degli ospiti. Durante la distribuzione del vitto i pazienti sono pregati di non transitare nei corridoi.

Ai pazienti non è consentita la consumazione di cibi portati dall’esterno.

I pasti sono serviti in vassoi personalizzati che garantiscono l’igiene e la tenuta termica. I pazienti possono scegliere quotidianamente il proprio menù tra quelli proposti dal servizio mensa, e nel rispetto del fabbisogno nutrizionale del paziente strettamente correlato al suo quadro clinico; in quest’ ottica, pertanto, per ciascun paziente sarà disponibile una dieta personalizzata elaborata dal dietista con la supervisione del Direttore Medico.

Le diete più comunemente servite sono:Dieta iposodica: con poco sale; è una dieta utile per tutti ed in special modo per chi è iperteso;Dieta per diabetici: con minore quantità di zuccheri, di pasta e di pane;Dieta ipoproteica: con poche proteine e quindi con minor quantità di carne, uova formaggi e legumi;Dieta ipolipidica: con pochi grassi, quali olio, burro, formaggi, prosciutto;Dieta ipocalorica: con una minore quantità di alimenti. Vengono privilegiati quelli a minor contenuto di calorie;Diete speciali: è indicata per soggetti che presentano allergie e intolleranze conclamate.

L’utente/degente ha il dovere:• di informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione di rinunciare, secondo la propria volontà, a cure e prestazioni sanitarie programmate;• di informare i medici e gli altri operatori sanitari su tutto ciò che possa risultare utile e necessario per una migliore prevenzioni, diagnosi, terapia e assistenza;• di informare sulla sua intenzione di non autorizzare la divulgazione del ricovero;• di comunicare immediatamente la rinuncia della prestazione prenotata e comunque non oltre i tre giorni precedenti l’appuntamento;• di rispettare gli ambienti, le attrezzature e gli arredi che si trovano all’interno della struttura;• di rispettare tutte le norme che permettono il corretto svolgimento dell’attività assistenziale-terapeutica;• di rispettare il divieto assoluto di fumo• di rispettare il divieto di utilizzo dei telefoni cellulari laddove preventivamente segnalato;• l’utente, quando accede, esprime un rapporto di fiducia e di rispetto verso il personale sanitario, presupposto indispensabile per l’impostazione di un corretto programma terapeutico assistenziale.

E’ vietato gettare dalla finestra o collocare sui davanzali qualsivoglia oggetto; l’inosservanza di questa norma, oltre a comportare gravi rischi nei confronti di persone e cose, rappresenta condotta penalmente rilevante con tutte le conseguenze di legge.

  • Le uscite

I pazienti (ricoverati in regime residenziale) possono uscire dal Presidio di Riabilitazione Funzionale solo se in possesso di autorizzazione scritta (Assenza Terapeutica) da parte del Direttore Medico e dopo un’approfondita verifica delle condizioni cliniche del paziente; in ogni caso la durata e la frequenza delle assenze è subordinata al rispetto delle normative regionali e nazionali vigenti in materia.

  • Parrucchiere/estetista/pedicure

Trattamenti estetici del viso e del corpo (estetista), trattamenti di igiene e di cosmesi del piede (pedicure), taglio ed acconciatura dei capelli e/o barba (parrucchiere/barbiere) sono effettuati da personale specializzato su richiesta dell’interessato. Tali servizi sono ad esclusivo carico, sotto il profilo economico, di chi ne fa richiesta.

  • Associazioni di volontariato

All’interno della struttura spazi adeguati (sala polivalente), sono stati messi a disposizione di associazioni di volontariato con specifica competenza nel campo che potranno contribuire all’espletamento e all’integrazione delle attività di intrattenimento di tipo ludico, culturale e religioso.

  • Assistenza religiosa

ImageAll’interno del presidio “Giovanni Paolo II” per gli ospiti di fede cattolica è presente una piccola Cappella, ove ogni giorno festivo viene celebrata la Santa Messa. Ogni ospite o familiare può ricevere assistenza personale spirituale rivolgendosi al religioso che collabora con la struttura.I professanti altre religioni possono richiedere la presenza di un loro ministro di culto facendo richiesta alla Direzione Servizi Generali della struttura.

 

 

Responsabile:

 

Accesso Rapido
Contatti

Centralino – CUP

080 4915111

Dove Siamo

Viale Europa – Loc. S.p. Piturno 70017 Putignano (BA)

Prenota On-line

Il servizio ti permette di inviare un’email al CUP ed essere contattato via email o telefonicamente per fissare l’appuntamento.